Loading...
Chi Siamo 2017-10-03T15:31:32+00:00

Il Nostro Amore per il Teatro

Cos’è per me il Teatro? Una passione prima di tutto, che a distanza di anni ancora mi emoziona. Il momento in cui nella sala si spengono le luci e si alza il sipario, e il palcoscenico si anima di suoni e luci, è per me l’attimo in cui prendono forma le storie, le commedie e i drammi, e l’unica cosa che conta è ciò che viene messo in scena. Il Teatro, che è sempre esistito e sempre esisterà, è lo sforzo dell’uomo di dare un senso alla vita, come diceva il grande Eduardo. Perché è la vita stessa, con le sue gioie, le sue tragedie e le sue contraddizioni, a dargli linfa. E chi assiste in sala non è solo un semplice spettatore, ma è parte integrante di questo piccolo miracolo che accade ogni volta: un piccolo mondo a sé dove si crea dal nulla una storia e il resto del mondo rimane fuori dal Teatro. Oggi, dove ognuno può usufruire liberamente delle forme di intrattenimento che più gli aggradano senza uscire da casa propria, il fatto che esista il Teatro permette a tutti noi di partecipare ad una esperienza collettiva, sociale. Ed è per questo, che con Arte & Tecnica, ho voluto dare voce e vita ai teatri dell’astigiano, per offrire cartelloni all’altezza delle esigenze di qualsiasi tipo di pubblico e per permettere a tutti, residenti e turisti, di poter usufruire di luoghi di condivisione di cultura e poter dare un valore aggiunto al territorio. Perché le nostre colline, uniche al mondo e recentemente valorizzate dal riconoscimento Unesco, non sono solo costellate da bellezze paesaggistiche o architettoniche, ma anche da storie alle quali solo il Teatro può dare voce. Perché nulla è più futile, ma nulla è più necessario del Teatro.

Il Nostro Amore per il Teatro

Cos’è per me il Teatro? Una passione prima di tutto, che a distanza di anni ancora mi emoziona. Il momento in cui nella sala si spengono le luci e si alza il sipario, e il palcoscenico si anima di suoni e luci, è per me l’attimo in cui prendono forma le storie, le commedie e i drammi, e l’unica cosa che conta è ciò che viene messo in scena. Il Teatro, che è sempre esistito e sempre esisterà, è lo sforzo dell’uomo di dare un senso alla vita, come diceva il grande Eduardo. Perché è la vita stessa, con le sue gioie, le sue tragedie e le sue contraddizioni, a dargli linfa. E chi assiste in sala non è solo un semplice spettatore, ma è parte integrante di questo piccolo miracolo che accade ogni volta: un piccolo mondo a sé dove si crea dal nulla una storia e il resto del mondo rimane fuori dal Teatro. Oggi, dove ognuno può usufruire liberamente delle forme di intrattenimento che più gli aggradano senza uscire da casa propria, il fatto che esista il Teatro permette a tutti noi di partecipare ad una esperienza collettiva, sociale. Ed è per questo, che con Arte & Tecnica, ho voluto dare voce e vita ai teatri dell’astigiano, per offrire cartelloni all’altezza delle esigenze di qualsiasi tipo di pubblico e per permettere a tutti, residenti e turisti, di poter usufruire di luoghi di condivisione di cultura e poter dare un valore aggiunto al territorio. Perché le nostre colline, uniche al mondo e recentemente valorizzate dal riconoscimento Unesco, non sono solo costellate da bellezze paesaggistiche o architettoniche, ma anche da storie alle quali solo il Teatro può dare voce. Perché nulla è più futile, ma nulla è più necessario del Teatro.

Mario Nosengo – Direzione Artistica

  • Laurea in giurisprudenza nel 1990
  • Diploma alla scuola di recitazione del Teatro Nuovo (diretto da Enza Giovine)
  • Master in Management dello Spettacolo presso la Scuola LUISS di Roma

1994: Istituisce la Scuola di recitazione Mario Nosengo;
1996: direttore artistico e organizzativo della Prima stagione teatrale astigiana e della rassegna ‘Aspettando il Festival’, preludio ad Asti Teatro. Responsabile promozione del Festival Asti Teatro 18;
1996-1997: membro fondatore nonché presidente dell’Associazione Arte & Tecnica, Direttore artistico della stagione comunale di Asti, di prosa e cabaret, musica e danza Divertirsi a teatro 1 dove ospita tutti gli artisti della trasmissione Mai dire Gol con il raggiungimento di 520 abbonamenti;
1997-1998: Socio fondatore dell’Artec s.r.l., Direttore artistico e organizzativo della stagione comunale di Asti, di prosa e cabaret, musica e danza Divertirsi a teatro 2;
1998: si classifica terzo nel concorso Il personaggio dell’anno indetto dal giornale La Stampa di Asti;
1998-1999: Direttore artistico e organizzativo della stagione comunale di Asti, di prosa e cabaret, musica e danza Divertirsi a teatro 3, della stagione di prosa della città di Moncalvo (Circuito Teatro Stabile di Torino), e, sempre nello stesso Teatro, della rassegna di cabaret Ridere a teatro 1 e della rassegna gialla Paura a teatro 2;
1999-2000: Direttore artistico e organizzativo della stagione teatrale invernale della città di Moncalvo (Circuito Teatro Stabile di Torino), della rassegna Ridere a teatro 2 e del I circuito provinciale Insieme a Teatro;
2000-2001: Direttore artistico e organizzativo della stagione teatrale invernale della città di Moncalvo (Circuito Teatro Stabile di Torino), della rassegna Ridere a teatro 3e della rassegna noir Sipario Nero;
2001/2002: Responsabile del progetto attinente alla Misura E1 promozione delle pari opportunità ANTIGONE e direttore artistico/organizzativo del secondo circuito provinciale Insieme a teatro;
2002/2003: Direttore artistico e organizzativo della stagione teatrale invernale della città di Moncalvo, responsabile artistico 51° Fiera città di Asti e Direttore del terzo circuito provinciale Insieme a teatro;
2004/2008: direttore artistico e organizzativo della stagione teatrale invernale della città di Moncalvo, condirettore artistico organizzativo della stagione teatrale Tempo di Teatro in valle Belbo, direttore artistico della stagione teatrale invernale di San Damiano d’Asti, addetto alla programmazione artistica presso la Fondazione Circuito Teatrale del Piemonte, responsabile artistico 52°, 53° e 54° Fiera città di Asti e condirettore del Granteatrofestival;
2007: Organizzatore per conto della Provincia di Asti del progetto regionale sulle Pari opportunità Comunicare al femminile;
2007/2008 – 2008/2009: Direttore artistico organizzativo della stagione teatrale invernale del comune di Crescentino (VC);
Dal 2010 è: Direttore artistico della stagione teatrale invernale del Teatro Alfieri di Asti, Direttore artistico organizzativo delle stagioni teatrali invernali delle città di Moncalvo, Nizza Monferrato, San Damiano d’Asti ,condirettore della stagione teatrale invernale di Villar Perosa e condirettore artistico del festival estivo Basta che siate giovani perché io vi ami assai di Castelnuovo Don Bosco.

Mario Nosengo – Direzione Artistica

  • Laurea in giurisprudenza nel 1990
  • Diploma alla scuola di recitazione del Teatro Nuovo (diretto da Enza Giovine)
  • Master in Management dello Spettacolo presso la Scuola LUISS di Roma

1994: Istituisce la Scuola di recitazione Mario Nosengo;
1996: direttore artistico e organizzativo della Prima stagione teatrale astigiana e della rassegna ‘Aspettando il Festival’, preludio ad Asti Teatro. Responsabile promozione del Festival Asti Teatro 18;
1996-1997: membro fondatore nonché presidente dell’Associazione Arte & Tecnica, Direttore artistico della stagione comunale di Asti, di prosa e cabaret, musica e danza Divertirsi a teatro 1 dove ospita tutti gli artisti della trasmissione Mai dire Gol con il raggiungimento di 520 abbonamenti;
1997-1998: Socio fondatore dell’Artec s.r.l., Direttore artistico e organizzativo della stagione comunale di Asti, di prosa e cabaret, musica e danza Divertirsi a teatro 2;
1998: si classifica terzo nel concorso Il personaggio dell’anno indetto dal giornale La Stampa di Asti;
1998-1999: Direttore artistico e organizzativo della stagione comunale di Asti, di prosa e cabaret, musica e danza Divertirsi a teatro 3, della stagione di prosa della città di Moncalvo (Circuito Teatro Stabile di Torino), e, sempre nello stesso Teatro, della rassegna di cabaret Ridere a teatro 1 e della rassegna gialla Paura a teatro 2;
1999-2000: Direttore artistico e organizzativo della stagione teatrale invernale della città di Moncalvo (Circuito Teatro Stabile di Torino), della rassegna Ridere a teatro 2 e del I circuito provinciale Insieme a Teatro;
2000-2001: Direttore artistico e organizzativo della stagione teatrale invernale della città di Moncalvo (Circuito Teatro Stabile di Torino), della rassegna Ridere a teatro 3e della rassegna noir Sipario Nero;
2001/2002: Responsabile del progetto attinente alla Misura E1 promozione delle pari opportunità ANTIGONE e direttore artistico/organizzativo del secondo circuito provinciale Insieme a teatro;
2002/2003: Direttore artistico e organizzativo della stagione teatrale invernale della città di Moncalvo, responsabile artistico 51° Fiera città di Asti e Direttore del terzo circuito provinciale Insieme a teatro;
2004/2008: direttore artistico e organizzativo della stagione teatrale invernale della città di Moncalvo, condirettore artistico organizzativo della stagione teatrale Tempo di Teatro in valle Belbo, direttore artistico della stagione teatrale invernale di San Damiano d’Asti, addetto alla programmazione artistica presso la Fondazione Circuito Teatrale del Piemonte, responsabile artistico 52°, 53° e 54° Fiera città di Asti e condirettore del Granteatrofestival;
2007: Organizzatore per conto della Provincia di Asti del progetto regionale sulle Pari opportunità Comunicare al femminile;
2007/2008 – 2008/2009: Direttore artistico organizzativo della stagione teatrale invernale del comune di Crescentino (VC);
Dal 2010 è: Direttore artistico della stagione teatrale invernale del Teatro Alfieri di Asti, Direttore artistico organizzativo delle stagioni teatrali invernali delle città di Moncalvo, Nizza Monferrato, San Damiano d’Asti ,condirettore della stagione teatrale invernale di Villar Perosa e condirettore artistico del festival estivo Basta che siate giovani perché io vi ami assai di Castelnuovo Don Bosco.

Associazione Arte & Tecnica

L’Associazione Arte&Tecnica è nata ad Asti nel settembre del 1996 ad opera di un gruppo di giovani professionisti del mondo della cultura e dello spettacolo, con l’intento di promuovere la cultura in tutte le sue forme, specialmente presso i più giovani. Nel periodo 1996/97 organizza, in collaborazione con il Comune di Asti, della Cassa di Risparmio di Asti SpA e con il contributo della Fondazione della Cassa di Risparmio di Asti, di “Divertirsi a teatro 1”, che ha costituito indubbiamente una spinta nuova per il mondo teatrale di Asti e provincia. Felice è stata infatti proprio la scelta del titolo della rassegna che, nelle venti serate, ha fatto sorridere ed emozionare oltre 12.000 persone grazie alla sezione Cabaret & un po’ di musica (che ha vantato nomi del calibro Alessandro Bergonzoni, Gene Gnocchi, Daniele Luttazzi e Paolo Hendel) e negli appuntamenti di Prosa & un po’ di danza (con artisti della valenza di Giorgio Gaber, Valeria Moriconi e Carlo Cecchi). Questo sino al 1999. Nel frattempo, nel 1998, l’amministrazione della città di Moncalvo decide di affidare all’Associazione Arte&Tecnica la gestione del prestigioso Teatro Civico sino al 2010, anno di ristrutturazione del teatro che riaprirà in tempi record nel 2011. Attualmente la stagione teatrale è sempre organizzata dall’associazione. Ad aprile 2000 parte il primo circuito teatrale provinciale Insieme a teatro, una rassegna teatrale organizzata per conto della Provincia di Asti, che ha portato in nove comuni limitrofi, sino al novembre del 2000, 45 spettacoli di cabaret, prosa e musica. Lo scopo è stato quello di avvicinare il pubblico dei centri minori al teatro, ma anche quello di usufruire di spazi non sempre prettamente teatrali al fine di renderli più vivi o di recuperarli totalmente. La rassegna avrà tre edizioni. Nell’aprile del 2002 l’Associazione Arte&Tecnica vara il progetto Antigone un corso di formazione teatrale riservato ad attrici professioniste e amatoriali, studentesse e insegnanti di scuola di base promosso dalla Consigliera di Parità della Provincia di Asti, con il finanziamento della Regione Piemonte e del Fondo Sociale Europeo. Nel periodo 2003/2005 organizza il progetto A.S.T.I.G.I.A.N.A., in veste di partner della Provincia di Asti, misura E1 aiuti alle pari opportunità, collabora all’organizzazione della rassegna festival Granteatrofestival, insieme al Gruppo Teatro Nove e per conto della Comunità delle colline tra Langa e Monferrato, organizza la stagione teatrale invernale di Nizza Monferrato (dal 2004/2005 sino ad ora) e organizza, sempre insieme al Gruppo Teatro Nove, la rassegna teatrale invernale di Canelli Tempo di Teatro (quest’ultima è stata organizzata, anche come titolare unica e con nomi diversi, ad eccezione del periodo di gestione del teatro Balbo da parte dell’associazione Tempo vivo, fino al 2014). Nel periodo 2006/2008 organizza le stagione di Crescentino e San Damiano d’Asti (quest’ultima è stata organizzata ininterrottamente, seppur con forme di collaborazione diverse negli anni, sino al 2016) insieme al progetto COMUNICARE AL FEMMINILE per conto della Provincia di Asti sulle Pari opportunità con il finanziamento della Regione Piemonte e del Fondo Sociale Europeo. Nel corso di questi anni sino al 2015 compreso con il Teatro degli Acerbi per conto della Comunità della colline tra Langa e Monferrato organizza il festival teatrale estivo Paesaggi e oltre. Nel 2015 organizza per conto dell’Unione di comuni Canelli-Moasca la rassegna estiva Mac da rjie, le colline fanno spettacolo.
Attualmente organizza le stagioni teatrali invernali della città di Moncalvo e Nizza Monferrato, collabora con la città di San Damiano per la stagione teatrale invernale e altre importanti realtà del territorio e del Piemonte tra cui Canelli e Villar Perosa.

L’Associazione

L’Associazione Arte&Tecnica è nata ad Asti nel settembre del 1996 ad opera di un gruppo di giovani professionisti del mondo della cultura e dello spettacolo, con l’intento di promuovere la cultura in tutte le sue forme, specialmente presso i più giovani. Nel periodo 1996/97 organizza, in collaborazione con il Comune di Asti, della Cassa di Risparmio di Asti SpA e con il contributo della Fondazione della Cassa di Risparmio di Asti, di “Divertirsi a teatro 1”, che ha costituito indubbiamente una spinta nuova per il mondo teatrale di Asti e provincia. Felice è stata infatti proprio la scelta del titolo della rassegna che, nelle venti serate, ha fatto sorridere ed emozionare oltre 12.000 persone grazie alla sezione Cabaret & un po’ di musica (che ha vantato nomi del calibro Alessandro Bergonzoni, Gene Gnocchi, Daniele Luttazzi e Paolo Hendel) e negli appuntamenti di Prosa & un po’ di danza (con artisti della valenza di Giorgio Gaber, Valeria Moriconi e Carlo Cecchi). Questo sino al 1999. Nel frattempo, nel 1998, l’amministrazione della città di Moncalvo decide di affidare all’Associazione Arte&Tecnica la gestione del prestigioso Teatro Civico sino al 2010, anno di ristrutturazione del teatro che riaprirà in tempi record nel 2011. Attualmente la stagione teatrale è sempre organizzata dall’associazione. Ad aprile 2000 parte il primo circuito teatrale provinciale Insieme a teatro, una rassegna teatrale organizzata per conto della Provincia di Asti, che ha portato in nove comuni limitrofi, sino al novembre del 2000, 45 spettacoli di cabaret, prosa e musica. Lo scopo è stato quello di avvicinare il pubblico dei centri minori al teatro, ma anche quello di usufruire di spazi non sempre prettamente teatrali al fine di renderli più vivi o di recuperarli totalmente. La rassegna avrà tre edizioni. Nell’aprile del 2002 l’Associazione Arte&Tecnica vara il progetto Antigone un corso di formazione teatrale riservato ad attrici professioniste e amatoriali, studentesse e insegnanti di scuola di base promosso dalla Consigliera di Parità della Provincia di Asti, con il finanziamento della Regione Piemonte e del Fondo Sociale Europeo. Nel periodo 2003/2005 organizza il progetto A.S.T.I.G.I.A.N.A., in veste di partner della Provincia di Asti, misura E1 aiuti alle pari opportunità, collabora all’organizzazione della rassegna festival Granteatrofestival, insieme al Gruppo Teatro Nove e per conto della Comunità delle colline tra Langa e Monferrato, organizza la stagione teatrale invernale di Nizza Monferrato (dal 2004/2005 sino ad ora) e organizza, sempre insieme al Gruppo Teatro Nove, la rassegna teatrale invernale di Canelli Tempo di Teatro (quest’ultima è stata organizzata, anche come titolare unica e con nomi diversi, ad eccezione del periodo di gestione del teatro Balbo da parte dell’associazione Tempo vivo, fino al 2014). Nel periodo 2006/2008 organizza le stagione di Crescentino e San Damiano d’Asti (quest’ultima è stata organizzata ininterrottamente, seppur con forme di collaborazione diverse negli anni, sino al 2016) insieme al progetto COMUNICARE AL FEMMINILE per conto della Provincia di Asti sulle Pari opportunità con il finanziamento della Regione Piemonte e del Fondo Sociale Europeo. Nel corso di questi anni sino al 2015 compreso con il Teatro degli Acerbi per conto della Comunità della colline tra Langa e Monferrato organizza il festival teatrale estivo Paesaggi e oltre. Nel 2015 organizza per conto dell’Unione di comuni Canelli-Moasca la rassegna estiva Mac da rjie, le colline fanno spettacolo.
Attualmente organizza le stagioni teatrali invernali della città di Moncalvo e Nizza Monferrato, collabora con la città di San Damiano per la stagione teatrale invernale e altre importanti realtà del territorio e del Piemonte tra cui Canelli e Villar Perosa.