Project Description

Info e Prezzi

ACQUISTA IL TUO BIGLIETTO
INFO E PRENOTAZIONI BIGLIETTI

Per accedere all’interno del teatro è necessario esibire all’ingresso il GREEN PASS cartaceo o digitale o un TAMPONE NEGATIVO effettuato nelle ultime 24 ore
D.L. n. 105 del 23/07/2021 e DPCM 12/06/2021

Scritto da Paolo Hendel e Marco Vicari
Con Paolo Hendel
Regia di Gioele Dix
AGIDI SRL

“Tutto è iniziato il giorno in cui ho accompagnato mia madre novantenne dalla nuova geriatra. In sala d’attesa la mamma si fa portare in bagno dalla badante. Un attimo dopo la geriatra apre la porta del suo studio, mi vede e mi fa: ‘Prego, sta a lei…’.”
Grazie a quell’incontro Paolo Hendel si rende conto che si sta “pericolosamente” avvicinando alla stagione della terza età e che è venuto il momento di fare i conti con quella che Giacomo Leopardi definisce “la detestata soglia di vecchiezza”. Lo fa a suo modo, in una sorta di confessione autoironica sugli anni che passano, con tutto ciò che questo comporta: ansie, ipocondria, visite dall’urologo, la moda dei ritocchini estetici e le inevitabili riflessioni, sia di ordine filosofico che pratico, sulla “dipartita” (“Meglio farsi cremare e diventare un diamante, secondo le più recenti tendenze, o far spedire le proprie ceneri con un razzo nello spazio”?).
Le paure, le debolezze, gli errori di gioventù sommati agli “errori di maturità” sono una continua occasione di gioco nel quale è impossibile non rispecchiarsi, ciascuno con la propria vita, la propria esperienza e la propria sensibilità, in una risata liberatoria.

SCOPRI GLI ALTRI SPETTACOLI
Arte-e-Tecnica_LA-GIOVINEZZA-E-SOPRAVALLUTATA